Pixar 25 anni di animazione

Un emozionante percorso che presenta al pubblico l`arte e la creatività dei più grandi artisti dell`animazione mondiale.
"L`arte sfida la tecnologia e la tecnologia ispira l`arte" J. Lasseter Palazzo Te a Mantova presenta la mostra PIXAR - 25 anni di animazione, curata da Elyse Klaidman e in Italia da Maria Grazia Mattei, promossa dal Comune di Mantova e dal Museo Civico di Palazzo Te e prodotta dal Centro Internazionale d`Arte e di Cultura di Palazzo Te e 24 ORE Cultura - Gruppo 24 ORE.
Dopo il grande successo a Milano, con oltre 133.000 visitatori, dal debutto al MoMA di New York a un tour internazionale dall`Australia all`Estremo Oriente, la mostra arriva a Mantova.
Un percorso costruito con oltre 500 opere, un viaggio attraverso la creatività e la cultura digitale come linguaggio innovativo applicato all`animazione e al cinema: dal primo lungometraggio dedicato a Luxo Jr. (1986) ai grandi capolavori come Monster & Co (2001), Toy Story (1, 2 e 3), Ratatouille (2007), WALL·E (2008), Up (2009) sino a Cars 2 (2011) e con un`anticipazione di Brave, in uscita nel 2012. "Molti non sanno che la maggior parte degli artisti che lavorano in Pixar utilizzano i mezzi propri dell`Arte - il disegno, i colori a tempera, i pastelli e le tecniche di scultura - come quelli dei digital media.
La maggior parte delle loro opere" - scrive John Lasseter, chief creative officer di Walt Disney and Pixar Animation Studio e fondatore di Pixar (insieme a Steve Jobs) - "prendono vita durante lo sviluppo di un progetto, mentre stiamo costruendo una storia o semplicemente mentre guardiamo un film.
La ricchezza del patrimonio artistico che viene plasmato per ogni film raramente esce dai nostri studi, ma il prodotto finale - il lungometraggio - che raggiunge ogni parte del mondo, non sarebbe possibile senza questa fase artistica e creativa".
In una recente intervista ha inoltre dichiarato: "L`animazione è stata considerata troppo a lungo come una faccenda da bambini, e ho sempre sognato che il nostro lavoro venisse considerato come un`opera d`arte al più alto livello.
Siamo sempre stati all`avanguardia nel progettare nuove tecnologie, ma questa mostra fa vedere quanti disegni, bozzetti, collages e anche sculture siano necessari per fare un film".
Maria Grazia Mattei, curatrice della mostra ed esperta di cultura digitale, racconta con soddisfazione: "la mostra pone l`accento non tanto sul risultato finito (e noto) quanto sullo smisurato e nascosto percorso di preparazione che presiede alla sua epifania finale e su quanto i nuovi linguaggi espressivi digitali abbiano assunto una forte valenza artistica e di come siano entrati con forza nell`immaginario collettivo". La mostra presenta finalmente al grande pubblico la fase creativa e nascosta dei maestri dell`animazione mondiale in quattro sezioni - Personaggi, Storie, Mondi e Digital Convergence - e due speciali installazioni l`Artscape e lo Zoetrope, che utilizzano la tecnologia digitale per far rivivere le opere esposte nel percorso espositivo, progettato da Fabio Fornasari, e ricreare l`emozione dell`animazione. Accompagna la mostra il catalogo pubblicato da 24 ORE Cultura - Chronicle Books con testi di J. Lasseter, M.G. Mattei, E. Klaidman e un ricco apparato iconografico.


Contatti: biglietteria di Palazzo Te
Info: tel. 0376 323266 / Prenotazioni: 199 199 111
Orario: lunedì ore 13.00-18.00, da martedì a domenica ore 9.00-18.00

fonte: http://www.turismo.mantova.it/index.php/articoli/scheda/id/815

 


Comments

07/17/2012 10:24pm

really good post, i undoubtedly adore this incredible site, carry on it

Reply



Leave a Reply